Come scegliere un Box Doccia

di

Il box doccia è costituito da uno o più pannelli che chiudono la zona della doccia. Può essere o no provvisto di una porta, a seconda del modello. Esiste una vasta scelta di cabine doccia tra le quali scegliere, diverse per forma e dimensioni. Ecco quali aspetti è importante tenere presenti per scegliere il migliore box doccia per il vostro bagno.

Tipologie di box doccia sul mercato

E’ possibile scegliere tra tipologie diverse di box doccia, a seconda dei vostri gusti e dello spazio che avete a disposizione. Nella scelta, prendete in considerazione anche il tipo di vetro. Scelte comuni includono un vetro rinforzato, un vetro di sicurezza o un vetro trattato per renderne più semplice la pulizia.

1. Box doccia angolare

Negli spazi ridotti, in particolare negli angoli, un box doccia angolare con porte scorrevoli rappresenta una buona scelta.

2. Box doccia senza profili

Un box doccia senza profili è la scelta ideale per un bagno contemporaneo e per chi ama lo stile minimalista.

  • Box doccia con porte a battenti
    Questo design è perfetto per un bagno contemporaneo, specialmente se la porta della doccia è provvista di una maniglia in cromo per completare il design ultra moderno.
  • Box doccia con porte scorrevoli
    I box doccia con porte scorrevoli sono ideali per risparmiare spazio e rendono semplice uscire dalla doccia ed entrarvi.

3. Box doccia dotato di porte

I box doccia dotati di porte sono la tipologia più comune. La porta può aprirsi a sinistra, a destra o permettere un accesso frontale, e il tipo di anta dipende dalla forma e dalla configurazione del bagno. Nella maggior parte dei box la porta si apre frontalmente verso l’esterno, perciò è importante considerare lo spazio a disposizione.

4. Box doccia dotati di porte scorrevoli

Questi modelli rappresentano una buona opzione per risparmiare spazio, dal momento che necessitano di uno spazio inferiore per aprirsi.

5. Box doccia semicircolari

Un box doccia semicircolare è un’opzione compatta che risulta adatta per spazi ristretti, dal momento che questo tipo di design permette di risparmiare spazio.

6. Docce a filo pavimento e docce walk in

Le docce a filo pavimento e le docce walk in sono scelte popolari per un bagno moderno e offrono entrambe dei vantaggi. Una doccia walk in è provvista di un piatto così come un modello tradizionale, ma offre uno spazio maggiore e rappresenta una buona alternativa per uno spazio nel quale una doccia a filo pavimento non è consigliabile.

Una doccia a filo pavimento è un’intera camera dotata di una doccia e, generalmente, interamente ricoperta di piastrelle. Prima di poter essere utilizzata le pareti devono essere rese impermeabili, ma una volta sigillata può eliminare la maggior parte dei problemi di umidità della vostra casa.

Dal momento che non prevede la presenza di un piatto per la doccia, non comporta la necessità di entrare o uscire dalla doccia, il che la rende una buona opzione per le persone che hanno problemi di mobilità.

Generalmente il design di questo tipo di doccia prevede il posizionato di uno o due pannelli in vetro da 10 mm.  Le docce a filo pavimento sono un ottimo modo per massimizzare lo spazio che avete a disposizione.

Consigli utili per scegliere un box doccia

1. Lo spazio del vostro bagno

La prima cosa da decidere è se preferite un box doccia classico, uno senza pareti o un box doccia integrato nella vasca. Un altro punto importante da tenere in considerazione riguarda il tipo di stanza nella quale posizionerete il vostro box.

In particolare, si tratta del bagno principale o di una stanza nella quale è presente solo la doccia? Questo fattore condiziona il tipo di box in grado di soddisfare le vostre esigenze.

Con un’adeguata progettazione, è possibile posizionare una doccia in un’area di piccole dimensioni, per rendere la vita quotidiana più semplice. Prendete le misure con attenzione, per sapere di quanto spazio disponete e quale sia l’altezza del soffitto. Ad esempio, se lo spazio a disposizione è molto ridotto, potreste optare per una doccia angolare o una con ante scorrevoli.

2. Il muro e la posizione

E’ importante decidere dove verrà posizionato il box. Sarà in un angolo, in una posizione centrale o in un’altra area? Questa scelta avrà un impatto sul tipo di piatto e di box doccia del quale avrete bisogno.

Ad esempio, se optate per una posizione al centro del muro, potreste scegliere un box doccia semicircolare. Inoltre, se state sostituendo un vecchio box doccia, è preferibile posizionare il nuovo nella stessa posizione, in modo da evitare di dover riposizionare i tubi dell’acqua calda e fredda.

3. Tipo di vetro

Il tipo di vetro sarà diverso a seconda del modello. Ecco alcune caratteristiche importanti da prendere in considerazione:

  1. Un vetro temperato dello spessore di 8 o 10 mm è un materiale dalla durata elevata, sicuro e semplice da pulire.
  2. Un vetro di sicurezza rinforzato rappresenta sempre una buona scelta.
  3. Tuttavia, un vetro più spesso avrà bisogno di maggiore supporto, per via del peso extra.
  4. In base alla forma, alla larghezza o alla curvatura, si potrà ottenere l’impressione che il vetro sia più sottile.
  5. Se il costo rappresenta un problema, o non vi piace l’aspetto di un vetro troppo spesso, I modelli da 4 o 6 mm rappresentano delle ottime alternative.

Protezione degli angoli: un vetro privo di protezione dei profili può rompersi facilmente. Optate per un box doccia dotato di una cornice in allumino, per supportare il vetro del box e mantenerlo protetto.

4. Piatto doccia integrato o no

Potete optare per un box doccia con piatto integrato oppure no. La prima opzione è preferibile, dal momento che un piatto doccia progettato specificatamente per un determinato box riduce le possibilità che si verifichino perdite d’acqua.

Acquistare questi due elementi contemporaneamente significa non dover pensare alle dimensioni del piatto doccia, anche se dovrete comunque considerare attentamente le dimensioni del piatto e del box se state progettando una doccia incassata.

5. Piastrelle

Le piastrelle non sono sempre essenziali, ma se desiderate posizionarle nella vostra doccia ecco alcuni aspetti da prendere in considerazione:

  • Le piastrelle possono essere necessarie quando si progetta una doccia incassata nel muro. Prima di installare il piatto doccia, pensate al tipo di piastrella che desiderate e a quanto estesa deve essere la parte del muro nella quale verranno posizionate.
  • Nel caso di una doccia a filo pavimento, dovrete assicurarvi che tutte le zone, inclusi il pavimento e i muri, siano piastrellate e sigillate in maniera corretta. Nel caso di doccia walk in, potrete ridurre la quantità di piastrelle necessarie per il pavimento, perché sarà presente un piatto doccia.

6. Apertura verso destra o verso sinistra?

Per progettare al meglio la vostra doccia, fate un semplice disegno del vostro bagno e segnate la posizione di finestre, porte o altri ostacoli. In questo modo sarà più semplice capire dove posizionare il piatto doccia e quanto spazio avete a disposizione.

7. Accessori extra

Alcuni accessori extra che potreste voler prendere in considerazione per il vostro box doccia includono:

  • Soffioni body jet
    I soffioni body jet aggiungono un pizzico di lusso al box doccia. Sono provvisti di inserti in gomma semplici da pulire.
  • Supporto per asta saliscendi
    Questo tipo di supporto fa in modo che possiate avere sia una cascata di acqua sopra la testa, sia un soffione portatile per risciacquarvi.
[Voti: 45    Media Voto: 5/5]
Come acquistare a metà prezzo

Per ottenere uno sconto superiore al 50% sul prezzo di listino, la nostra redazione ha sviluppato golden list, una newsletter che ti informa quando i prodotti sono a metà prezzo.

BOX DOCCIA
Guida all'acquisto delle migliori cabine doccia
Classifiche - Recensioni - Migliori Offerte
BOX DOCCIA è il supplemento tematico della rivista consumatori indipendente Guida Acquisti che ti aiuta scegliere le cabine doccia, attraverso classifiche, recensioni e offerte dei migliori prodotti sul mercato.